Perdere le cellule di grasso


Dormire, evitare le carenze di sonno

Studio: la quantità delle cellule di grasso rimane costante nell'organismo per tutta la vita Il numero si decide durante l'infanzia. O meglio: muoiono, ma subito vengono rimpiazzate da altre dello stesso tipo. Una ricerca svedese pubblicata su Nature afferma, infatti, che il numero degli adipociti, ovvero le cellule di grasso, rimane costante nell'organismo di un adulto per tutta la vita.

Le cellule che muoiono vengono subito rimpiazzate.

perdere le cellule di grasso

Secondo Kirsty Spalding, del Karolinska Institute di Stoccolma, che ha studiato campioni di grasso prelevati attraverso perdere le cellule di grasso liposuzione sia da persone grasse che magre, il numero degli adipociti rimarrebbe lo stesso anche in adulti che sono diventati magri dopo aver perso parecchi chili.

Un risultato che lei e i suoi colleghi spiegano con il fatto che il livello di obesità è stabilito sia dalla combinazione tra il numero delle cellule di grasso e la loro grandezza, sia dallo stato degli adipociti, che nel corso della vita subiscono delle modificazioni a seconda della quantità di grasso assunta con il cibo.

Adipociti: cosa dobbiamo sapere

Ogni cellula occupa uno spazio ben preciso e quando ci sono problemi di numero è difficile ottenere perdite di peso significative, ma con un trattamento ad personam ci sono possibilità di miglioramento. Non dimentichiamo - conclude - che l'obesità non è mai una condizione unitaria, la tipizzazione del paziente è fondamentale". Secondo il professor Mauro Magnani, ordinario di Biochimica e direttore del Centro per le Biotecnologie dell'Università di Urbino, "bisogna lavorare a livello biochimico sull'accumulo di lipidi nelle cellule e sui meccanismi che regolano il loro metabolismo.

GRASSO GENERA NUOVO GRASSO

Purtroppo dell'obesità precoce non si sa quasi nulla, ma questa scoperta potrà forse aiutare la scienza anche in questo senso". Sebbene il numero degli adipociti rimanga costante durante tutta l'età adulta, ci troviamo di fronte, spiega la professoressa Spalding, ad un processo dinamico di morte e rinascita, in cui cellule grasse "vive" rimpiazzano quelle "morte" con un tasso del 10 per cento circa l'anno.

Il numero di tali cellule nel nostro corpo resterebbe quindi sempre identico, anno dopo anno, dall'adolescenza all'età adulta.

  • Dove va a finire la ciccia che perdiamo? - paintec.it
  • Il processo di invecchiamento consiste nel perdere muscolo, acqua corporea ed incrementare il peso e il volume della massa grassa.
  • Che fatica dimagrire.
  • Gamma di combustione dei grassi
  • Adiposità Localizzata
  • Perche’ e come si ingrassa: il grasso crea nuovo grasso ogni giorno - Dott. Pierluigi Rossi
  • Dimagrire: le variabili del grasso corporeo

Una scoperta che fa pensare che la differenza del numero di cellule di grasso tra le persone obese e magre si stabilisca durante l'infanzia e rimanga tale per tutta la vita. Quando esattamente si stabilizza questo numero?

perdere le cellule di grasso

C'è un modo per intervenire e ridurre questa perdere le cellule di grasso E si potrebbe tentare di far morire queste cellule prima che altre rinascano? La comunità scientifica americana si è subito dimostrata entusiasta della scoperta, cogliendone tutte le potenzialità.

VOLUME ADIPOCITI: IPERTROFIA

Flier, ricercatore della Harvard Medical School, dietro di essa c'è "tutto un sistema che aspetta solo di essere esplorato". La scoperta è stata fatta studiando i livelli degli isotopi radioattivi trovati all'interno delle cellule di grasso di persone che hanno vissuto durante il breve periodo della "Guerra Fredda", quando, tra il e ilsono stati fatti diversi esperimenti nucleari.

La prova che gli adipociti morti verrebbero sostituiti con altri nuovi è stata fornita dall'analisi dei tessuti di persone le cui cellule grasse si erano rinnovate prima di quel periodo. Queste persone avevano assorbito radioattività solo successivamente, dimostrando come le cellule fossero state ricostituite.

perdere le cellule di grasso

Ma gli studi a un certo punto si arenarono. La domanda, allora come oggi, era comunque sempre la stessa: cosa regola questo processo?

perdere le cellule di grasso

E c'è qualche possibilità di intervenire?