Elizabeth perdita di peso


perdita di peso senza provare ragioni

Adnkronos Salute - La perdita di peso potrebbe essere un segnale premonitore della comparsa della malattia di Alzheimer in una persona anziana, secondo quanto risulta da uno studio che apparira' sul prossimo numero del Journal of the American Geriatric Society.

In questo studio, sono state seguite persone anziane per una ventina di anni: 60 hanno sviluppato una malattia di Alzheimer probabile o possibile.

Home Scienza Salute Gli uomini dimagriscono più velocemente delle donne Uno studio dimostra che, a parità di dieta, gli uomini perdono peso più rapidamente rispetto alle donne che, oltretutto, evidenziano anche qualche effetto indesiderato. Colpa dei diversi tipi di grasso. Le donne che abbiano fatto una dieta insieme al proprio partner potrebbero avere avuto l'impressione che gli uomini perdano peso più velocemente. Ora questa sensazione potrebbe aver trovato una conferma in uno studio condotto da un team di ricercatori di diverse università di Europa e Oceania, pubblicato qualche giorno fa sulla rivista Diabetes, Obesity and Metabolism.

Ma cio' e' accaduto solo per un quarto delle persone non colpite dalla malattia di Alzheimer, spiega la dotteressa Elizabeth Barrett-Connor dell'Universita' della California a San Diego. I due gruppi di persone, con o senza malattia di Alzheimer, presentavano, per il resto, dei profili simili, compreso quelli della depressione o delle perdite di peso associati ad altre malattie, come il cancro.

perdita di peso zipfizz

Ma il problema di conoscere quale dei due fattori preceda l'altro era stato poco approfondito. L'anteriorita' della perdita di peso rimane tuttavia da spiegare poiche' essa non sembra risultare Elizabeth perdita di peso una abbassamento tangibile della capacita' di queste persone a nutrirsi. E' possibile - ritengono gli autori - che ad uno stadio assai precoce della malattia di Alzheimer, i pazienti perdano tutte o parte delle loro capacta' olfattive.

integrativo dimagrante

E cio' - aggiungono - potrebbe di conseguenza portare ad una maggiore inappetenza, ma e' anche possibile che la malattia di Alzheimer si accompagni ad un aumento del metabolismo.